Slider

master in Lean System management nella food industry

LSM (100 ore/13 gg)

Scientific Director: Auxiell Lean Processes

Obiettivo del Master LSM è la formazione di Professionisti e Manager nello specifico settore agroalimentare su tematiche legate al Lean System, sistema sviluppatosi dal Toyota Production System e fondato su principi, tecniche e strumenti volti alla creazione di valore per il cliente attraverso il concetto di flusso ed eliminazione dello spreco dai processi, sul miglioramento continuo e sulla risoluzione dei problemi, fino a costituire un vero e proprio sistema di apprendimento dell’azienda.

Il programma prevede la formazione, con taglio didattico pratico, di figure manageriali che acquisiscano le conoscenze specialistiche di analisi e mappatura dei processi e della successiva riprogettazione degli stessi, tenendo conto di normative e regole legate al food safety management e considerando gli aspetti legati alle 4M dei processi: men, machines, materials, methods.

POLI DIDATTICI

CARATTERISTICHE

Obiettivo del Master LSM è la formazione di Professionisti e Manager nello specifico settore agroalimentare su tematiche legate al Lean System, sistema sviluppatosi dal Toyota Production System e fondato su principi, tecniche e strumenti volti alla creazione di valore per il cliente attraverso il concetto di flusso ed eliminazione dello spreco dai processi, sul miglioramento continuo e sulla risoluzione dei problemi, fino a costituire un vero e proprio sistema di apprendimento dell’azienda. Il programma prevede la formazione, con taglio didattico pratico, di figure manageriali che acquisiscano le conoscenze specialistiche di analisi e mappatura dei processi e della successiva riprogettazione degli stessi, tenendo conto di normative e regole legate al food safety management e considerando gli aspetti legati alle 4M dei processi: men, machines, materials, methods.

Focus operativo del Master in “LEAN SYSTEM MANAGEMENT nella FOOD INDUSTRY” è l’efficace trasmissione delle competenze volte alla gestione della trasformazione lean dei processi, attraverso i Principi del Lean System e il metodo scientifico SPDCA (Scan-Plan-do-Check -Act); nel dettaglio:
Scan: tecniche e strumenti di mappatura e analisi dei processi;
Plan: tecniche e strumenti di progettazione/riprogettazione dei processi, anche nella specificità della sicurezza alimentare;
Do: implementazione del piano della trasformazione, il role modeling e il modello di leadership da utilizzare;
Check: il controllo delle performance aziendali attraverso KPI e strumenti di visual management;
Act: la standardizzazione e il miglioramento continuo dei processi.

DESTINATARI

Il Master in “LEAN SYSTEM MANAGEMENT nella FOOD INDUSTRY” è rivolto a tutti coloro che vogliono approfondire il tema della trasformazione dei processi attraverso il Lean System, con focus sulla filiera agro-industriale.
Nello specifico, i principali destinatari sono i seguenti:

• Liberi professionisti: consulenti e/o auditor di sistemi di gestione e consulenti di direzione interessati ad aumentare il proprio bacino di clienti e a potenziare i servizi sino a oggi proposti, stimolando il raggiungimento di obiettivi aziendali che vadano oltre il mantenimento dell’eventuale certificazione;
• Manager e Assistant manager di sistemi organizzativi, Direttori di stabilimento, Responsabili di area / processo spinti dalla volontà di rendere più efficaci, efficienti e flessibili i processi in cui sono coinvolti, con una diffusione di maggior coinvolgimento tra tutti gli attori coinvolti e, dunque, con un’aumentata consapevolezza sugli impatti di ogni scelta, a livello strategico e operativo.
• Lean specialist, lean agent e lean manager interessati ad acquisire maggiori competenze sull’approccio sistemico del Lean System, a comprenderne profondamente i principi e ad accrescere le competenze legate all’applicazione di tecniche e strumenti sia in ambito generale sia specificamente in ambito food & beverage.
• Neolaureati in discipline gestionali, tecniche e/o inerenti il mondo food & beverage, interessati a inserirsi nel settore food & beverage all’interno del team qualità, acquisendo una visione innovativa applicabile allo specifico settore food & beverage, troppo spesso ancorato ad approcci tradizionali e “reattivi” (anziché proattivi e creativi). I “nuovi occhiali” offerti dall’approccio lean, attraverso i quali leggere e interpretare la realtà organizzativa, possono fornire loro una distintiva professionalità.

Al netto della specificità del ruolo (interno o esterno all’organizzazione), il valore acquisito dal corsista in aula e durante la visita aziendale - trasferibile successivamente al master nell’ambito organizzativo - si esplicita in 3 famiglie di indicatori:

• Efficacia: la qualità dei processi non si misura in base al rispetto delle procedure, né in base alla conformità dell’output ai requisiti tecnici, bensì in base al valore percepito dai clienti interni ed esterni rispetto a quanto atteso;
• Efficienza = l’equilibrio tra risorse e obiettivi viene analizzato in profondità lungo tutti i processi, attraverso la caccia sistematica agli sprechi e la diffusione di consapevolezza in merito alla “catena del valore” presso tutto il personale;
• Elasticità = il miglioramento continuo delle prestazioni, fornito da processi che generano effettivo valore, si basa su un approccio adattivo al mutevole contesto con la ricerca di prevedere e, ove possibile, anticipare il cambiamento imposto da fattori esterni e interni.
Le competenze acquisibili attraverso il master sono state concepite al fine di produrre nel tempo puntuali ritorni economici nella realtà organizzativa oggetto della trasformazione lean.

CALENDARIO

Il Master ha una durata di 13 giornate in formula weekend (inclusa la giornata di visita aziendale), distribuite in circa 3 mesi.
Le lezioni si svolgeranno in aula il venerdì e il sabato, a weekend alternati.
Gli orari sono i seguenti : venerdì dalle 9,30 alle 18.30, sabato dalle 9.30 alle 18.30.

CALENDARIO DEL MASTER: 13 giornate per un totale di 100 ore

sede/mese novembre
2019
dicembre
2019
gennaio
2020
febbraio
2020
Milano 15, 16
29, 30
13, 14 17, 18
31
01, 14
15, 22
Bologna 29, 30 13, 14 10, 11
24, 25
07, 08
21, 22, 29
Padova 08, 09
22, 23
13, 14 17, 18
31
01, 14
15, 22

All’interno della dodicesima e ultima giornata d’aula è prevista la presentazione del Project work, espressione delle nuove competenze acquisite durante il percorso di studio. La valutazione del Project work, unitamente ai risultati dei test di apprendimento sui singoli moduli e al livello di partecipazione e coinvolgimento dimostrati, verrà discussa all’interno del Comitato Scientifico dei Docenti.

PROGRAMMA

modulo argomento

PRINCIPI DEL LEAN SYSTEM

(Durata 1 giorno)

• Evoluzione dei sistemi produttivi dal sistema artigianale alla mass production: ambiti, caratteristiche e modalità
• Toyota e il TPS: dalla mass production alla nascita del Toyota Production System in Toyota
• Principi del Lean System: la struttura del lean system e i suoi 7 principi
• Lean 4.0: automazione, digitalizzazione e tecnologia nelle aziende lean
• Lean game: da una logica a lotti con sprechi a una logica a flusso.

PROGETTARE E TRASFORMARE PROCESSI LEAN

(Durata 2 giorni)

• SPDCA: approccio scientifico basato su cicli continui a supporto di processi di problem solving, gestione di progetti, sviluppo di prodotti e processi e sviluppo di risorse umane
• Framework della trasformazione: il percorso, gli strumenti e il loro utilizzo per mappare lo stato attuale e progettare lo stato futuro
• Value stream mapping e altre tecniche di mappatura: tecniche e strumenti per vedere e descrivere attraverso un linguaggio standardizzato il processo e le sue logiche, riconoscendone gli sprechi e rendendo visibile le criticità
• Muda identification e muda analysis: l’identificazione degli sprechi e la loro analisi attraverso la tecnica dei 5 Perché per individuarne la causa radice
• Il future state e il piano di implementazione: riprogettazione dello stato futuro partendo dall’eliminazione degli sprechi e seguendo le linee guida lean. Creazione di un piano in ottica PDCA e 4M+E per L’implementazione dello stato futuro
• Modelli di risposta al mercato e punti di disaccoppiamento
• Tecniche e strumenti pull: buffer, kanban, synchro
• Schedulazione al pacemaker, Heijunka, livellamento della produzione
• Kickoff project work

PROGETTARE E TRASFORMARE PROCESSI LEAN IN AMBITO FOOD&BEVERAGE

(Durata 1 giorno)

• Requisiti di legge: materiali, apparecchiature, stabilimenti
• Norme igieniche volontarie per le apparecchiature
• Pulizia e disinfezione delle apparecchiature: tecniche e sistemi automatici
• Al di là dei requisiti di legge, le opportunità: stabilimenti, apparecchiature, controlli automatici

TECNICHE LEAN IN AMBITO PROCESSI FOOD&BEVERAGE

(Durata 3 giorni)

• SMED: Single Minute Exchange of Die, tecnica per la riduzione dei tempi di set-up che rende conveniente la produzione a piccoli lotti, riduce gli sprechi e permette un aumento della capacità produttiva
• TPM: Total Productive Maintenance, da manutenzione e guasto a productive maintenance con il coinvolgimento di tutti attraverso la manutenzione autonoma
• OEE: Overall Equipment Effectiveness, indicatore che misura l’efficacia totale di un impianto, tenendo conto della disponibilità, delle performance e della qualità
• 5S: tecnica che consente di creare e mantenere nel tempo ordine e pulizia in un ambiente lavorativo
• KPI e visual management: KPI come strumento per misurare, monitorare e controllare quantitativamente le prestazioni di un processo, perché solo attraverso la misurazione è possibile migliorare, rendendoli visual per aumentare consapevolezza e coinvolgimento di tutti
• Lean layout: i 5 step per realizzare un layout senza sprechi: creazione delle famiglie di prodotto, mappatura dei processi, layout macro, layout micro e infine layout di postazione.

IL COINVOLGIMENTO DI TUTTI

(Durata 2 giorni)

• Action learning: favorire l’azione sinergica e l’apprendimento di un gruppo di persone al fine di affrontare in gruppo problemi importanti urgenti ancora sconosciuti
• Il cambiamento e il lean agent: il cambiamento necessario al fine di avere successo nella trasformazione lean e il lean agent come figura chiave in questo processo di trasformazione
• Lean leadership: role modeling e il leader come persona che orienta l’attenzione attraverso un approccio maieutico
• Strumenti: skillmap e valutazione performance; valutazione delle competenze delle persone e sviluppo attraverso lo strumento skillmap in ottica lean system
• Aumentare il valore delle persone
• Le “competenze lean” e come svilupparle nella pratica quotidiana in azienda: consapevolezza, orientamento al processo, capacità di “vedere”, creatività e problem solving, auto-responsabilità, tensione all’eccellenza e al miglioramento, orientamento al presente, orientamento ai valori, visione sistemica e olistica
• Formazione esperienziale per integrare e interiorizzare le tematiche affrontate durante le giornate

MIGLIORAMENTO CONTINUO E PROBLEM SOLVING

(Durata 1 giorno)

• Jidoka: autonomazione, la capacità di macchine e uomini di arrestarsi immediatamente all’insorgenza di un’anomalia di processo
• Problem solving: processo strutturato di risoluzione dei problemi al fine di evitare che si ripresentino
• 5G, scrum, matrice di Eisenhower, brainstorming: gli strumenti utilizzati nel problem solving

LEAN SYSTEM E SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE (Durata 1 giorno)

INTRODUZIONE AI SISTEMI DI GESTIONE:
• High Level Structure
• Sistema di Gestione della Qualità (ISO 9001:2015, ISO 9004:2018)
• Sistema di Gestione per la Sicurezza Alimentare (ISO 22000:2018)
• Sistema per la Gestione degli Audit (ISO 19011:2018)
LEAN/SISTEMI DI GESTIONE A CONFRONTO: DUE FORZE COMPLEMENTARI:
• I principi dietro i sistemi di gestione e la Lean Manufacturing
• La struttura: contesto dell’organizzazione
• Integrazione delle pratiche Lean nel Sistema di Gestione
• Planning e A3
MANAGEMENT REVIEW:
• Integrazione degli obiettivi (SGQ) con i target (Lean)
• Integrazione del supporto con il TWI (training within industry)
LEANING OUT DEI PROCESSI DEL SISTEMA DI GESTIONE:
• Miglioramento continuativo, controllo documentale e Value Stream Mapping, Root Cause Analysis, SMED, Processo di Audit Interno e Lean
BLOCKCHAIN:
• Cenni sullo strumento e applicazione al contesto food

I PROCESSI AZIENDALI:
LE ALTRE 3”D”

(Durata 1 giorno)

GLI ALTRI MACROPROCESSI AZIENDALI: LE ALTRE 3”D” :
• Development: lean nel processo di sviluppo prodotto
• Demand: lean nei processi di vendita
• Deployment: lean nei processi di pianificazione strategica

VISITA AZIENDALE

Visita in azienda: esempio di applicazione di alcuni principi, tecniche e strumenti lean.
Confronto con manager e imprenditori, guidati da un lean expert, per poter effettuare le opportune astrazioni nei contesti operativi dei discenti.

TITOLI E SPENDIBILITÀ

Al conseguimento del monte ore minimo del 80%, per i partecipanti in regola con la posizione amministrativa, verrà rilasciato (in doppia lingua italiano/inglese) il

DIPLOMA DI MASTER IN:
LEAN SYSTEM MANAGEMENT NELLA FOOD INDUSTRY

Il Master di Alta Formazione in Lean System Management nella Food Industry gode di una concreta spendibilità nel mondo del lavoro. In primo luogo il diploma è rilasciato da CSQA - Scuola di Management Agroalimentare, la cui esperienza si fonda su quella di CSQA Certificazioni, attivo da oltre 25 anni nei settori dell’agroalimentare, dei beni di consumo e della ristorazione.
Tale aspetto conferisce riconoscimento e titolo di preferenza fondamentale per acquisire un vantaggio competitivo stabile da parte del professionista nel momento in cui propone la sua candidatura all’aziende.
Ulteriore elemento distintivo di grande utilità, è costituito dal grande novero di aziende agroalimentari sul territorio nazionale, sempre in crescita, che accreditano i Master di Alta Formazione di CSQA - Scuola di Management Agroalimentare, quale elemento di garanzia della qualità della formazione erogata, in quanto conforme agli scopi dei partner aziendali nella ricerca di profili che posseggano specifici requisiti formativi.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

La quota di partecipazione al master di Alta Formazione LSM è pari a € 4.200,00 oltre iva (totale € 5.124,00).
Tale quota comprende la partecipazione alle 13 giornate didattiche del master e la visita aziendale, nonché il materiale didattico in formato digitale.

MODALITA’ E TERMINI DI PAGAMENTO
All’esito dell’iscrizione al master, dopo il superamento delle selezioni di accesso gratuite, è previsto un acconto sulla quota di partecipazione pari € 1000,00 oltre iva (per un totale di € 1220,00 iva inclusa), da versare contestualmente all’invio della scheda di iscrizione e due rate di pari importo da corrispondersi con la seguente tempistica tramite bonifico bancario:
1° rata € 1.600,00 oltre iva (totale € 1.952,00 iva inclusa) entro il 30/10/2019;
2° rata € 1.600,00 oltre iva (totale € 1.952,00 iva inclusa) entro il 30/12/2019;

MODALITA' DI ISCRIZIONE AZIENDE

ISCRIZIONE DIPENDENTI / COLLABORATORI di AZIENDE / ENTI / STUDI
Per Enti/Studi/Aziende che desiderino iscrivere i propri collaboratori/dipendenti al master è prevista una procedura di iscrizione diretta semplificata.
Per effettuare la richiesta di iscrizione, gratuita e non vincolante, da parte di Enti/Studi/Aziende è necessario inviare una email all’ indirizzo: aziende@scuolacsqa.it oppure compilare l’apposito form online all’ indirizzo: http://www.scuolacsqa.it.

PLACEMENT

A seguito del conseguimento del Diploma e degli attestati previsti dal Master, CSQA Scuola di Management si attiva, unitamente ai propri partner, nella ricerca di opportunità di sviluppo professionali per i partecipanti in linea con tali caratteristiche. Alla fase di placement, infatti, la Scuola pone specifica attenzione sia al monitoraggio delle migliori opportunità lavorative di inserimento per i partecipanti, sia anche selezionando con attenzione le aziende maggiormente in linea con gli obiettivi del master. Inoltre, i docenti svolgono un’attività di orientamento dei partecipanti, dedicando momenti specifici alle possibilità di inserimento lavorativo più indicate a seconda del background, delle competenze e delle attitudini. Nello specifico, le attività di placement svolte dalla Scuola, a cui è possibile accedere unicamente manifestando il proprio interesse in fase di iscrizione, si realizzano attraverso:

• presentazione dettagliata dei profili dei partecipanti alle aziende partner della Scuola, al termine del master mirata alla promozione della spendibilità curriculare; ove possibile e coerente con le caratteristiche del partecipante, tale attività potrebbe trasformarsi, previa disponibilità delle aziende e della compatibilità del profilo del candidato con quanto richiesto dalle stesse, in un’opportunità di tirocinio/stage formativo della durata di 3-6 mesi;
• inserimento del profilo del partecipante nel proprio database classificato in cluster utili a permetterne una consultazione immediata da parte delle aziende partner della Scuola che sono alla ricerca di collaborazioni;
Assessment individuale svolto con Head Hunter e HR Professional per fornire un adeguato orientamento post-master al partecipante;



PRENOTATI PER LE SELEZIONI

Per la partecipazione al master è prevista una selezione di accesso gratuita che puó essere prenotata tramite il form sottostante.

Il form di selezione permette di scegliere innanzitutto la sede dove si vuole svolgere la prova (che non necessariamente deve coincidere con quella in cui si vorrà successivamente frequentare il master) e di inserire una serie di dati anagrafici e curriculare per consentire una prima valutazione della corrispondenza degli obiettivi del candidato con il master prescelto.

Una volta effettuata la prenotazione della selezione gratuita di accesso al master, la segreteria di Istum provvederà a contattare il partecipante entro 48 ore per confermare l'appuntamento e per fornire tutte le informazioni eventualmente necessarie su contenuti e modalità del master.

La selezione, della durata media di 40 minuti, si effettua con la seguente modalità:

• test di valutazione della predisposizione del partecipante a frequentare il master (per il quale non è necessario uno studio specifico per poter rispondere alle domande in quanto trattasi di un test di rilevazione a risposta multipla per comprendere gli obiettivi del candidato);
• colloquio individuale con i responsabili del Comitato Scientifico del Master al fine di comprendere e valutare correttamente la corrispondenza degli obiettivi del candidato a quelli del master prescelto nonchè le possibilità occupazionali post-formazione;

All'esito della selezione, entro 3gg lavorativi, il Comitato Scientifico di ISTUM, provvederà a ulteriormente valutare la corrispondenza tra gli obiettivi del professionista con quelli del master e a comunicarne all'interessato l'esito affinchè quest'ultimo, nella tempistica media di 7gg lavorativi dalla ricezione della scheda di iscrizione, possa valutare con adeguata serenità la decisione di convalidare la propria iscrizione.

E' garantito, in ogni caso, a tutti i partecipanti, il diritto di recesso nei tempi e nelle forme indicate nella scheda di iscrizione.



DATI ANAGRAFICI


MASTER D'INTERESSE: Master Food Export Management

All'esito dell'invio di questa form provvederemo a contattarla quanto prima per inviarle tutte le informazioni di cui necessita.

AVVERTENZE

Alla selezione il candidato dovrà presentarsi munito di
- Curriculum Vitae aggiornato;
- n. 2 foto-tessera.

Scuola di Management Srl, in qualità di gestore del sito www.scuolacsqa.it, in conformità con la legge D. Lgs. 196/03 e successive modifiche, dichiara che: i dati personali inviati al sito sopra nominato vengono raccolti e trattati elettronicamente in conformità con le leggi vigenti e non vengono e verranno mai ceduti a terzi. Gli stessi dati verranno utilizzati per le registrazione e successiva attivazione ai servizi del portale.

Obiettivo del Master LSM è la formazione di Professionisti e Manager nello specifico settore agroalimentare su tematiche legate al Lean System, sistema sviluppatosi dal Toyota Production System e fondato su principi, tecniche e strumenti volti alla creazione di valore per il cliente attraverso il concetto di flusso ed eliminazione dello spreco dai processi, sul miglioramento continuo e sulla risoluzione dei problemi, fino a costituire un vero e proprio sistema di apprendimento dell’azienda.

Il programma prevede la formazione, con taglio didattico pratico, di figure manageriali che acquisiscano
le conoscenze specialistiche di analisi e mappatura dei processi e della successiva riprogettazione degli stessi, tenendo conto di normative e regole legate al food safety management e considerando gli aspetti legati alle 4M dei processi: men, machines, materials, methods.

Focus operativo del Master in “LEAN SYSTEM MANAGEMENT nella FOOD INDUSTRY” è l’efficace trasmissione delle competenze volte alla gestione della trasformazione lean dei processi, attraverso i Principi del Lean System e il metodo scientifico SPDCA (Scan-Plan-do-Check -Act); nel dettaglio:

Scan: tecniche e strumenti di mappatura e analisi dei processi;
Plan: tecniche e strumenti di progettazione/riprogettazione dei processi, anche nella specificità della sicurezza alimentare;
Do: implementazione del piano della trasformazione, il role modeling e il modello di leadership da utilizzare;
Check: il controllo delle performance aziendali attraverso KPI e strumenti di visual management;
Act: la standardizzazione e il miglioramento continuo dei processi.

Il Master in “LEAN SYSTEM MANAGEMENT nella FOOD INDUSTRY” è rivolto a tutti coloro che vogliono approfondire il tema della trasformazione dei processi attraverso il Lean System, con focus sulla filiera agro-industriale.
Nello specifico, i principali destinatari sono i seguenti:

• Liberi professionisti: consulenti e/o auditor di sistemi di gestione e consulenti di direzione interessati ad aumentare il proprio bacino di clienti e a potenziare i servizi sino a oggi proposti, stimolando il raggiungimento di obiettivi aziendali che vadano oltre il mantenimento dell’eventuale certificazione;

• Manager e Assistant manager di sistemi organizzativi, Direttori di stabilimento, Responsabili di area / processo spinti dalla volontà di rendere più efficaci, efficienti e flessibili i processi in cui sono coinvolti, con una diffusione di maggior coinvolgimento tra tutti gli attori coinvolti e, dunque, con un’aumentata consapevolezza sugli impatti di ogni scelta, a livello strategico e operativo.
• Lean specialist, lean agent e lean manager interessati ad acquisire maggiori competenze sull’approccio sistemico del Lean System, a comprenderne profondamente i principi e ad accrescere le competenze legate all’applicazione di tecniche e strumenti sia in ambito generale sia specificamente in ambito food & beverage.
• Neolaureati in discipline gestionali, tecniche e/o inerenti il mondo food & beverage, interessati a inserirsi nel settore food & beverage all’interno del team qualità, acquisendo una visione innovativa applicabile allo specifico settore food & beverage, troppo spesso ancorato ad approcci tradizionali e “reattivi” (anziché proattivi e creativi). I “nuovi occhiali” offerti dall’approccio lean, attraverso i quali leggere e interpretare la realtà organizzativa, possono fornire loro una distintiva professionalità.

Al netto della specificità del ruolo (interno o esterno all’organizzazione), il valore acquisito dal corsista in aula e durante la visita aziendale – trasferibile successivamente al master nell’ambito organizzativo – si esplicita in 3 famiglie di indicatori:

• Efficacia: la qualità dei processi non si misura in base al rispetto delle procedure, né in base alla conformità dell’output ai requisiti tecnici, bensì in base al valore percepito dai clienti interni ed esterni rispetto a quanto atteso;
• Efficienza = l’equilibrio tra risorse e obiettivi viene analizzato in profondità lungo tutti i processi, attraverso la caccia sistematica agli sprechi e la diffusione di consapevolezza in merito alla “catena del valore” presso tutto il personale;
• Elasticità = il miglioramento continuo delle prestazioni, fornito da processi che generano effettivo valore, si basa su un approccio adattivo al mutevole contesto con la ricerca di prevedere e, ove possibile, anticipare il cambiamento imposto da fattori esterni e interni.

Le competenze acquisibili attraverso il master sono state concepite al fine di produrre nel tempo puntuali ritorni economici nella realtà organizzativa oggetto della trasformazione lean.

CALENDARIO

Il Master ha una durata di 13 giornate in formula weekend (inclusa la giornata di visita aziendale), distribuite in circa 3 mesi. Le lezioni si svolgeranno in aula il venerdì e il sabato, a weekend alternati. Gli orari sono i seguenti : venerdì dalle 9,30 alle 18.30, sabato dalle 9.30 alle 18.30. CALENDARIO DEL MASTER: 13 giornate per un totale di 100 ore
sede/mese novembre 2019 dicembre 2019 gennaio 2020 febbraio 2020
Milano 15, 16, 29, 30 13, 14 17, 18, 31 01, 14, 15, 22
Bologna 29, 30 13, 14 10, 11, 24, 25 07, 08, 21, 22, 29
Padova 08, 09, 22, 23 13, 14 17, 18, 31 01, 14, 15, 22
All’interno della dodicesima e ultima giornata d’aula è prevista la presentazione del Project work, espressione delle nuove competenze acquisite durante il percorso di studio. La valutazione del Project work, unitamente ai risultati dei test di apprendimento sui singoli moduli e al livello di partecipazione e coinvolgimento dimostrati, verrà discussa all’interno del Comitato Scientifico dei Docenti.
moduloargomento

PRINCIPI DEL LEAN SYSTEM


(Durata 1 giorno)

• Evoluzione dei sistemi produttivi dal sistema artigianale alla mass production: ambiti, caratteristiche e modalità
• Toyota e il TPS: dalla mass production alla nascita del Toyota Production System in Toyota
• Principi del Lean System: la struttura del lean system e i suoi 7 principi
• Lean 4.0: automazione, digitalizzazione e tecnologia nelle aziende lean
• Lean game: da una logica a lotti con sprechi a una logica a flusso.

PROGETTARE E TRASFORMARE PROCESSI LEAN

(Durata 2 giorni)

• SPDCA: approccio scientifico basato su cicli continui a supporto di processi di problem solving, gestione di progetti, sviluppo di prodotti e processi e sviluppo di risorse umane
• Framework della trasformazione: il percorso, gli strumenti e il loro utilizzo per mappare lo stato attuale e progettare lo stato futuro
• Value stream mapping e altre tecniche di mappatura: tecniche e strumenti per vedere e descrivere attraverso un linguaggio standardizzato il processo e le sue logiche, riconoscendone gli sprechi e rendendo visibile le criticità
• Muda identification e muda analysis: l’identificazione degli sprechi e la loro analisi attraverso la tecnica dei 5 Perché per individuarne la causa radice
• Il future state e il piano di implementazione: riprogettazione dello stato futuro partendo dall’eliminazione degli sprechi e seguendo le linee guida lean. Creazione di un piano in ottica PDCA e 4M+E per L’implementazione dello stato futuro
• Modelli di risposta al mercato e punti di disaccoppiamento
• Tecniche e strumenti pull: buffer, kanban, synchro
• Schedulazione al pacemaker, Heijunka, livellamento della produzione
• Kickoff project work

PROGETTARE E TRASFORMARE PROCESSI LEAN IN AMBITO FOOD&BEVERAGE

(Durata 1 giorno)

• Requisiti di legge: materiali, apparecchiature, stabilimenti
• Norme igieniche volontarie per le apparecchiature

• Pulizia e disinfezione delle apparecchiature: tecniche e sistemi automatici
• Al di là dei requisiti di legge, le opportunità: stabilimenti, apparecchiature, controlli automatici

TECNICHE LEAN IN AMBITO PROCESSI FOOD&BEVERAGE

(Durata 3 giorni)

• SMED: Single Minute Exchange of Die, tecnica per la riduzione dei tempi di set-up che rende conveniente la produzione a piccoli lotti, riduce gli sprechi e permette un aumento della capacità produttiva
• TPM: Total Productive Maintenance, da manutenzione e guasto a productive maintenance con il coinvolgimento di tutti attraverso la manutenzione autonoma
• OEE: Overall Equipment Effectiveness, indicatore che misura l’efficacia totale di un impianto, tenendo conto della disponibilità, delle performance e della qualità
• 5S: tecnica che consente di creare e mantenere nel tempo ordine e pulizia in un ambiente lavorativo
• KPI e visual management: KPI come strumento per misurare, monitorare e controllare quantitativamente le prestazioni di un processo, perché solo attraverso la misurazione è possibile migliorare, rendendoli visual per aumentare consapevolezza e coinvolgimento di tutti
• Lean layout: i 5 step per realizzare un layout senza sprechi: creazione delle famiglie di prodotto, mappatura dei processi, layout macro, layout micro e infine layout di postazione.

IL COINVOLGIMENTO DI TUTTI

(Durata 2 giorni)

• Action learning: favorire l’azione sinergica e l’apprendimento di un gruppo di persone al fine di affrontare in gruppo problemi importanti urgenti ancora sconosciuti
• Il cambiamento e il lean agent: il cambiamento necessario al fine di avere successo nella trasformazione lean e il lean agent come figura chiave in questo processo di trasformazione
• Lean leadership: role modeling e il leader come persona che orienta l’attenzione attraverso un approccio maieutico
• Strumenti: skillmap e valutazione performance; valutazione delle competenze delle persone e sviluppo attraverso lo strumento skillmap in ottica lean system
• Aumentare il valore delle persone
• Le “competenze lean” e come svilupparle nella pratica quotidiana in azienda: consapevolezza, orientamento al processo, capacità di “vedere”, creatività e problem solving, auto-responsabilità, tensione all’eccellenza e al miglioramento, orientamento al presente, orientamento ai valori, visione sistemica e olistica
• Formazione esperienziale per integrare e interiorizzare le tematiche affrontate durante le giornate

MIGLIORAMENTO CONTINUO E PROBLEM SOLVING

(Durata 1 giorno)

• Jidoka: autonomazione, la capacità di macchine e uomini di arrestarsi immediatamente all’insorgenza di un’anomalia di processo
• Problem solving: processo strutturato di risoluzione dei problemi al fine di evitare che si ripresentino
• 5G, scrum, matrice di Eisenhower, brainstorming: gli strumenti utilizzati nel problem solving

LEAN SYSTEM E SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE (Durata 1 giorno)

INTRODUZIONE AI SISTEMI DI GESTIONE:
• High Level Structure
• Sistema di Gestione della Qualità (ISO 9001:2015, ISO 9004:2018)
• Sistema di Gestione per la Sicurezza Alimentare (ISO 22000:2018)
• Sistema per la Gestione degli Audit (ISO 19011:2018)
LEAN/SISTEMI DI GESTIONE A CONFRONTO: DUE FORZE COMPLEMENTARI:
• I principi dietro i sistemi di gestione e la Lean Manufacturing
• La struttura: contesto dell’organizzazione
• Integrazione delle pratiche Lean nel Sistema di Gestione
• Planning e A3
MANAGEMENT REVIEW:
• Integrazione degli obiettivi (SGQ) con i target (Lean)
• Integrazione del supporto con il TWI (training within industry)
LEANING OUT DEI PROCESSI DEL SISTEMA DI GESTIONE:
• Miglioramento continuativo, controllo documentale e Value Stream Mapping, Root Cause Analysis, SMED, Processo di Audit Interno e Lean
BLOCKCHAIN:
• Cenni sullo strumento e applicazione al contesto food

I PROCESSI AZIENDALI:
LE ALTRE 3”D”

(Durata 1 giorno)

GLI ALTRI MACROPROCESSI AZIENDALI: LE ALTRE 3”D” :
• Development: lean nel processo di sviluppo prodotto
• Demand: lean nei processi di vendita
• Deployment: lean nei processi di pianificazione strategica

VISITA AZIENDALE

Visita in azienda: esempio di applicazione di alcuni principi, tecniche e strumenti lean.
Confronto con manager e imprenditori, guidati da un lean expert, per poter effettuare le opportune astrazioni nei contesti operativi dei discenti.

Al conseguimento del monte ore minimo del 80%, per i partecipanti in regola con la posizione amministrativa, verrà rilasciato (in doppia lingua italiano/inglese) il

DIPLOMA DI MASTER IN:
LEAN SYSTEM MANAGEMENT NELLA FOOD INDUSTRY

Il Master di Alta Formazione in Lean System Management nella Food Industry gode di una concreta spendibilità nel mondo del lavoro. In primo luogo il diploma è rilasciato da CSQA – Scuola di Management Agroalimentare, la cui esperienza si fonda su quella di CSQA Certificazioni, attivo da oltre 25 anni nei settori dell’agroalimentare, dei beni di consumo e della ristorazione.
Tale aspetto conferisce riconoscimento e titolo di preferenza fondamentale per acquisire un vantaggio competitivo stabile da parte del professionista nel momento in cui propone la sua candidatura all’aziende.
Ulteriore elemento distintivo di grande utilità, è costituito dal grande novero di aziende agroalimentari sul territorio nazionale, sempre in crescita, che accreditano i Master di Alta Formazione di CSQA – Scuola di Management Agroalimentare, quale elemento di garanzia della qualità della formazione erogata, in quanto conforme agli scopi dei partner aziendali nella ricerca di profili che posseggano specifici requisiti formativi.

La quota di partecipazione al master di Alta Formazione LSM è pari a € 4.200,00 oltre iva (totale € 5.124,00).
Tale quota comprende la partecipazione alle 13 giornate didattiche del master e la visita aziendale, nonché il materiale didattico in formato digitale.

MODALITA’ E TERMINI DI PAGAMENTO
All’esito dell’iscrizione al master, dopo il superamento delle selezioni di accesso gratuite, è previsto un acconto sulla quota di partecipazione pari € 1000,00 oltre iva (per un totale di € 1220,00 iva inclusa), da versare contestualmente all’invio della scheda di iscrizione e due rate di pari importo da corrispondersi con la seguente tempistica tramite bonifico bancario:

1° rata € 1.600,00 oltre iva (totale € 1.952,00 iva inclusa) entro il 30/10/2019;
2° rata € 1.600,00 oltre iva (totale € 1.952,00 iva inclusa) entro il 30/12/2019;

MODALITA’ DI ISCRIZIONE AZIENDE

ISCRIZIONE DIPENDENTI / COLLABORATORI di AZIENDE / ENTI / STUDI
Per Enti/Studi/Aziende che desiderino iscrivere i propri collaboratori/dipendenti al master è prevista una procedura di iscrizione diretta semplificata.
Per effettuare la richiesta di iscrizione, gratuita e non vincolante, da parte di Enti/Studi/Aziende è necessario inviare una email all’ indirizzo: aziende@scuolacsqa.it oppure compilare l’apposito form online all’ indirizzo: http://www.scuolacsqa.it.

docenti

Ing. Francesco Culòs

Ing. Francesco Culòs

Account Relationship Leader at Auxiell
Ing. Riccardo Pavanato

Ing. Riccardo Pavanato

Partner & CEO at Auxiell
Ing. Gianandrea Capo

Ing. Gianandrea Capo

Value Delivery Manager at Auxiell
Ing. Gabriele Solarini Paviotti

Ing. Gabriele Solarini Paviotti

Consultant at Auxiell
Ing. Giovanni Tovazzi

Ing. Giovanni Tovazzi

Consultant at Auxiell
Luca Fortunato

Luca Fortunato

Value Delivery Manager at Auxiell
Dott. Marco De Bastiani

Dott. Marco De Bastiani

Consultant at Auxiell
Ing. Mirco Sperandio

Ing. Mirco Sperandio

Value Delivery Manager at Auxiell
Dott. Alessandro Faorlin

Dott. Alessandro Faorlin

Partner & Account Relationship Leader at Auxiell
Ing. Alessandro Ruta

Ing. Alessandro Ruta

Consultant at Auxiell
Ing. Corrado Corte

Ing. Corrado Corte

Value Delivery Manager at Auxiell
Ing. Giacomo Vettore

Ing. Giacomo Vettore

Consultant at Auxiell
Dott. Andrea Giomo

Dott. Andrea Giomo

Blockchain (multilayer) Analyst and Developer at Euranet
Dott. Giacomo Bisatto

Dott. Giacomo Bisatto

Consultant at Auxiell
Dott. Marcello Gurian

Dott. Marcello Gurian

Consultant at Auxiell
Dott. Alberto Rossi

Dott. Alberto Rossi

Partner & CEO at Euxilia
Dott. Vittorio Mascherpa

Dott. Vittorio Mascherpa

Consulenza e formazione manageriale-comportamentale. Lean Philosophy
Prof. Roberto Massini

Prof. Roberto Massini

Già ordinario di Scienze e Tecnologie Alimentari dell’Università di Parma

 

richiesta informazioni

MASTER D’INTERESSE: Master Lean System Management nella Food Industry

All’esito dell’invio di questa form provvederemo a contattarla quanto prima per inviarle tutte le informazioni di cui necessita.

INFORMATIVA PRIVACY
Scuola di Management Srl, in qualità di Titolare del trattamento per il sito www.scuolacsqa.it, dichiara che il trattamento dei dati personali da lei forniti viene svolto nel rispetto di quanto stabilito dal Regolamento UE 2016/679. I suoi dati, pertanto non saranno comunicati o diffusi a terzi salvo che per gli adempimenti connessi agli obblighi normativi e per essi, in ogni caso, potrà esercitare in qualsiasi momento i suoi diritti ai sensi dell’art.15 del GDPR così come indicato nell’informativa completa presente all’ indirizzo: www.scuolacsqa.it/privacy-policy.

Dichiaro di aver preso visione dell’informativa completa e di fornire il consenso al trattamento dei miei dati personali ex art.13 del Regolamento UE n. 2016/679. (“Obbligatorio” per poter trattare i suoi dati personali con la finalità di poterla contattare telefonicamente, a mezzo mail o sms, per fornire le informazioni relative ai servizi da lei richiesti) (Leggi l’informativa)

Consenso Specifico per finalità di marketing diretto tramite newsletter Scuola CSQA relative alle nostre attività di formazione. (Leggi l’informativa)


CSQA – SCUOLA DI MANAGEMENT AGROALIMENTARE
Scuola di Management Srl – Sede legale: Via Tibullo, 10 – 00193 Roma (RM)
Sede operativa: Piazzale della Resistenza, 3 – 50018 Scandicci (FI)
email: info@scuolacsqa.it – web: http://www.scuolacsqa.it
P.I./C.F. 14345891007 – N.ro REA: RM/1515103